Sapevi che non puoi asciugare tutti i tessuti?

in ASCIUGATRICE

L’asciugatrice è un elettrodomestico che consente l’asciugatura di notevoli quantità di biancheria in tempi molto brevi e che risulta di fondamentale importanza nel caso non si abbiano a disposizione grandi spazi per la stenditura dei panni lavati.
Tutti i nuovi modelli di asciugatrice presenti sul mercato sono rapidi, versatili e consentono di ottenere un bucato perfettamente asciutto tramite programmi di asciugatura differenziati che permettono, a seconda del tessuto e delle esigenze personali, di regolare il grado di umidità, da leggermente bagnato a completamente asciutto.

Usa i programmi adatti ad ogni capo

Troverete inoltre programmi per tessuti delicati, come lana e seta, e programmi per tessuti misti o solo per cotone, ma oltre a questi anche programmi specifici per le scarpe e gli indumenti sportivi.
Prima di selezionare il programma desiderato, è necessario leggere le indicazioni riportate sul libretto di istruzioni del vostro apparecchio e ancora più importante è controllare l’etichetta applicata sui capi che state per asciugare.
L’asciugatrice è rappresentata dal simbolo di un cerchio all’interno di un quadrato. Se all’interno del cerchio sono presenti due pallini, l’indumento può essere asciugato con la macchina, se il pallino è uno solo bisogna usare cicli delicati. Se infine il cerchio è barrato, l’asciugatura a macchina non è consigliabile. Questo elettrodomestico infatti non è in grado di asciugare qualsiasi tipo di tessuto per cui di seguito vi suggeriamo quali tessuti è bene non inserire al suo interno, per evitare danni all’asciugatrice stessa e ai vostri capi preferiti.

Evita pile e acrilico

Consigliamo di evitare per esempio l’asciugatura di capi di lana, oppure di tessuti delicati come la seta, a meno che non sia riportato esplicitamente sulle indicazioni dell’elettrodomestico e sull’etichetta. L’ultima generazione di asciugabiancheria è stata studiata affinché ci sia un ciclo di asciugatura apposito per i tessuti di lana, per evitarne l’infeltrimento. I capi di lana secondo questo nuovo sistema vengono protetti da appositi box o introdotti direttamente nel cestello e poi bloccati sulle sue pareti grazie alla velocità e alla forza centrifuga e asciugati ad una temperatura specifica per la lana che ne protegge le fibre.
Da evitare sono poi tessuti come pile o acrilico, che possono danneggiare l’elettrodomestico, o tessuti plastificati, che potrebbero prendere fuoco all’interno dell’asciugabiancheria. Capi d’abbigliamento di pelo sia vero che sintetico non devono essere assolutamente immessi nella fase di asciugatura, come anche capi delicati come il pizzo.

Non va bene per piumoni e coperte matrimoniali

È sconsigliato anche asciugare coperte matrimoniali o piumoni con piume d’oca che a causa della rotazione e della velocità potrebbero fuoriuscire e danneggiare il capo stesso. Prestate attenzione poi a risvoltare tutti i tessuti ricamati con perline o pailettes che andrebbero a staccarsi una volta dentro l’asciugatrice.

Un ultimo importante suggerimento prima di avviare l’asciugatrice è di raggruppare i capi d’abbigliamento in base al tessuto e al grado di asciugatura desiderato. Se per esempio si sceglie un programma per sintetici (che in genere è più veloce), ma nel bucato da asciugare sono contenuti anche capi in cotone, il programma si “allungherà” per asciugare questi ultimi provocando anche danni ai primi e un dispendio energetico maggiore.


Ultimo aggiornamento: 22/11/2017 alle 13:56. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.