Miglior amico contro asma e allergie

in ASPIRAPOLVERE

Chi soffre di allergia agli acari è costretto a convivere con riniti persistenti, starnuti ed episodi di asma allergica in grado di compromettere la qualità della vita.

L'aspirapolvere è indispensabile

Gli acari sono animaletti microscopici, che costituiscono la parte preponderante della polvere di casa, e con una spiccata preferenza per il nostro letto: materassi e comodi cuscini sono purtroppo la meta preferita di questi animali. Questi si nutrono infatti di forfora, capelli e resti di cute e sopravvivono fino a tre mesi in condizioni ottimali di umidità e temperatura. Diminuire la concentrazione degli acari nell'ambiente rendendo la casa inospitale per loro quindi è il primo provvedimento per migliorare i disturbi legati alle allergie.
Durante le operazioni quotidiane di pulizia della casa è quindi fondamentale pensare che la corretta igiene e bonifica degli ambienti voglia dire difendere prima di tutto la nostra salute.
Un ottimo consiglio è quello di evitare assolutamente di spolverare o spazzare a secco poiché, oltre a non asportare la polvere, questa viene immessa nell'aria favorendo una maggiore inalazione di particelle con conseguenze disastrose per le persone allergiche presenti.

Usa sacchetti a doppio spessore

La rimozione accurata della polvere dai pavimenti e dai mobili dovrebbe essere eseguita sempre con aspirapolvere, meglio se di ultima generazione, dalla tecnologia sempre più sofisticata ed evoluta.
Se possedete un aspirapolvere con sacchetto è bene sapere che questo riesce a trattenere la polvere più grossa e lo sporco grazie ad una tela in fibra di carta porosa che consente il passaggio dell’aria. I sacchetti però lasciano passare quelle particelle molto piccole, da 0.12 a 1.20 micrometri, dette micro polveri, ovvero le più dannose per l’organismo. Esistono in commercio sacchetti per aspirapolvere a doppio spessore o filtri con piccoli pori, ma
all’interno di questi si creeranno comunque le condizioni perfette di sporcizia e umidità per la riproduzione di acari che verranno facilmente sprigionati ad ogni accensione del nostro aspirapolvere.

Utilizza filtri Hepa

Gli aspirapolvere dotati di filtri HEPA (High Efficiency Particulate Air) sono invece l’opzione migliore per chi soffre di allergia e asma, perché catturano e intrappolano piccole quantità di particelle inquinanti di polvere (come pollini e acari della polvere), che altrimenti continuano a circolare in aria scatenando potenzialmente i sintomi fastidiosi delle allergie. Maggiore è il livello del filtro HEPA, maggiore è il potere filtrante. Per esempio, un filtro HEPA 10 cattura l'85% delle particelle dell'aria con un diametro da 0,05 a 0,15 micrometri, mentre un filtro HEPA 13 elimina il 99.95% di queste particelle. Il filtro Hepa, opportunamente ritagliato a misura e posto nell’unità di filtrazione in uscita dell’aspirapolvere, riduce drasticamente il ritorno nell’ambiente delle particelle allergizzanti, con particolare beneficio per i soggetti che soffrono di allergie respiratorie, favorendo la riduzione della sintomatologia legata alle allergie da acari. Molti dei filtri HEPA sono lavabili sotto l’acqua calda e riutilizzabili per circa quattro volte, dopo le quali è consigliabile sostituirli. Nel caso in cui non fossero lavabili, dovranno essere sostituiti ogni 2 anni.


Ultimo aggiornamento: 18/11/2017 alle 13:27. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.