6 consigli per comprare un condizionatore silenzioso

in CONDIZIONATORE D'ARIA

Se state per acquistare un condizionatore, oltre a considerare risparmio, estetica e consumi, non trascurate un aspetto di fondamentale importanza come la rumorosità.
Soprattutto se questa può compromettere il benessere psicofisico, la concentrazione durante il lavoro o il riposo della vostra famiglia. Per non parlare poi del disagio che questa comporta se si vive in un condominio. Ecco i nostri consigli per comprare un condizionatore d'aria silenzioso.

I più silenziosi sono inferiori ai 25 Decibel (dB)

1) Il livello di rumorosità di un climatizzatore si misura in dB(A) e in generale un climatizzatore è considerato silenzioso se si aggira su un indice inferiore ai 30 dB(A) ed in modo particolare se scende al di sotto dei 25 dB(A).
Se si è in cerca di climatizzatori silenziosi scoprire i decibel è semplicissimo perché l'indicazione dovrebbe essere riportata sulle etichette, “energy label” e nelle indicazioni tecniche. Tuttavia l’attuale normativa non impone l’obbligo per il produttore di dichiararla e nella quasi totalità dei casi viene omessa. Allo stato attuale però i migliori e maggiori produttori di climatizzatori dichiarano il dato sui loro cataloghi e in base a questo può essere fatto un confronto tra i vari modelli per scegliere il prodotto più silenzioso.

Il tipo portatile più rumoroso di quello fisso

2) La fonte di rumore primaria dei climatizzatori è rappresentata dal motore. Più questo è silenzioso, più il comfort aumenta. I climatizzatori portatili di conseguenza sono più rumorosi dei modelli fissi perché sono costituiti da un unico blocco contenente anche il motore. Nei modelli fissi a parete invece la rumorosità percepita all'interno solitamente non è molto alta proprio perché la parte più rumorosa si trova all'esterno. Ma ciò, quando si vive all'interno dei condomini, può essere oggetto di fastidio e lite per la vicinanza degli appartamenti alla fonte del rumore.
3) La silenziosità di un condizionatore d'aria dipende inoltre dalla progettazione degli split interni e dal posizionamento di canalizzazioni e ventole interne. Se questo non viene eseguito davvero bene, si rischia infatti che l’aria che scorre all’interno degli split produca molto fruscii. La ragione è che lo spessore generale inferiore dello split equivale a condotti dell’aria più stretti e a maggiori rumori di “scorrimento” della stessa che si trova compressa in spazi angusti. Scegliere quindi split interni troppo sottili, seppur esteticamente più gradevoli e meno ingombranti, può rivelarsi sbagliato.

Preferite un modello con motore inverter

4) Orientatevi senz'altro verso un modello dotato di tecnologia inverter, che eviterà i continui accendimenti e spegnimenti rumorosi che disturberebbero inevitabilmente la quiete vostra e dei vostri vicini sia in prossimità dell'unità interna sia, soprattutto, di quella esterna.
5) Optate poi per i piccoli condizionatori che sono in generale più silenziosi e consumano meno, e nel caso di più unità interne, provate ad accendere il condizionatore della stanza più vicina a voi. In questo modo le pareti fungeranno da isolante acustico e il freddo non sarà diretto.

Scegliete un condizionatore di marca

6) Inoltre, preferite un condizionatore di marca a un modello di marchi sconosciuti, a meno che non abbiate già avuto modo di “sentirne” uno in funzione.
Le marche di condizionatori che garantiscono la maggiore silenziosità sono Mitsubishi, Daikin e Hitachi per quanto riguarda i marchi di fascia alta e Samsung o LG per quelli di fascia media.


Ultimo aggiornamento: 20/10/2017 alle 03:08. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.