Come congelare perfettamente ogni alimento

in CONGELATORE

Necessario per chi lavora, peccaminoso per i più golosi e solidale con tutti coloro che troppo tardi pensano: “E stasera cosa si mangia?”
Stiamo parlando del congelatore, la cui funzione pratica è indiscutibile.

Congelare e surgelare non sono la stessa cosa

Questo elettrodomestico raggiunge temperature molto basse, fino a -18/-25 °C e serve a congelare il cibo e a mantenerlo in questo stato.
Quando vi inseriamo un alimento fresco, l’acqua contenuta al suo interno viene trasformata in ghiaccio congelando tutta la massa dell’alimento, quando invece è un alimento già congelato, il congelatore non farà altro che mantenerlo ghiacciato.
Questo processo non va confuso con la surgelazione che è invece un metodo industriale in cui vengono raggiunte temperature molto più basse (fino a -40 °C) in tempi rapidi.
Si possono congelare praticamente tutti i tipi di alimenti, compresi i piatti gastronomici già pronti per il consumo. La lunga conservazione di alcuni degli alimenti, tuttavia, è ovviamente più conveniente della conservazione di certi altri.
Ovviamente per ogni cibo da conservare è bene conoscerne la stagionalità, come nel caso delle verdure.

Lava i cibi e riponili in vaschette di plastica

Se si desidera congelare un alimento, prima di tutto, questo deve essere fresco, pulito, lavato ed asciugato bene, stando attenti ad eliminare le parti non commestibili per non ritrovarle al momento dello scongelamento.
Dopo questa operazione è bene riporlo in un contenitore di plastica o alluminio o in un sacchetto apposito, sia per motivi igienici che per mantenere le caratteristiche organolettiche, ricordandosi di porre un’etichetta indicante la data di inizio del congelamento: questo consentirà di avere sempre sotto controllo i tempi di permanenza degli alimenti.
Per la conservazione di piatti pronti si possono usare vaschette di alluminio rigido con coperchio che risultano particolarmente comode per la cottura del cibo in forno, per il congelamento del cibo cotto e in seguito anche per lo scongelamento.
Le cibarie già congelate, invece, vanno trasportate velocemente e possibilmente anche in una borsa termica. Se, infatti, viene mantenuto il ghiaccio, non si sviluppano batteri.

Come congelare verdure, sughi, pane etc.

Adesso alcuni consigli su come conservare i singoli alimenti.
Le verdure possono essere congelate crude ma anche scottate in acqua salata, avendo sempre l'accortezza di farle asciugare. Per le carni, meglio disporle in porzioni separate, in modo da facilitare lo scongelamento a seconda delle esigenze.
I brodi e i sughi, ma in generale i liquidi, vanno sistemati in recipienti idonei, lasciando un po' di spazio, visto che aumentano di volume una volta surgelati.
Il pane invece, si può sistemare tranquillamente in un sacchetto, ma assicurandosi che sia ben chiuso, in modo che il ghiaccio non vada ad inficiarne poi il sapore.

In generale è bene congelare piccole porzioni, sia perché piccoli volumi si congelano e scongelano più rapidamente, sia perché potranno essere consumate completamente al momento del loro utilizzo, senza ulteriore conservazione.

Infine, la regola fondamentale quando si parla di alimenti scongelati è quella di cucinarli e consumarli nel più breve tempo possibile (entro le 24 ore) e di non ricongelare mai un alimento scongelato, a meno che questo non sia stato sottoposto a cottura.


Ultimo aggiornamento: 29/05/2017 alle 17:07. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.