Sostituzione del piano cottura? Occhio alle dimensioni

in PIANO DI COTTURA

Tra gli elettrodomestici da includere nella creazione di una cucina componibile sicuramente il piano cottura è il più importante. Nella sua scelta concorrono varie considerazioni da fare a partire dalle dimensioni.

Non esiste un formato standard per questo, poiché in base alle proprie esigenze e agli spazi a disposizione è possibile creare dei piani di lavoro di ogni forma e dimensione. Quando si acquista un nuovo piano di cottura, a gas o elettrico, bisogna essere a conoscenza quindi delle varie dimensioni disponibili ma soprattutto del vuoto presente nel top della cucina.

Hai una cucina piccola? C'è il piano da 30 cm

I piani più piccoli sono quelli da 30 centimetri di larghezza, hanno solo due fornelli e sono adatti in caso di spazio veramente ridotto. Quelli più grandi da 90 centimetri, solitamente dotati di 6 bruciatori, sono perfetti per famiglie numerose, per chi ama cucinare e per cucine in cui lo spazio per la preparazione dei cibi non manca.
Tra queste due misure vi sono poi tutte quelle intermedie da 40, 45, 60 e 75 centimetri. Le ultime due rappresentano le dimensioni dei piani più comuni e utilizzano lo stesso design costituito da quattro bruciatori su un pannello rettangolare profondo circa 50 centimetri. Esistono anche in commercio piani cottura da 120 centimetri, come anche piani da 15 centimetri, utili più che altro a riempire zone che resterebbero scoperte.

Il piano da 60 cm e da 75 cm hanno lo scasso identico

Una volta a conoscenza di tutte le misure necessarie, prima di acquistare un piano cottura è necessario prendere attentamente le misure del foro che deve accogliere il nuovo piano e assicurarsi che questo si adatti alla perfezione mantenendo il giusto spazio lungo i quattro lati.
Nel caso ci si trovasse nella condizione di dover sostituire un piano da 60 cm, al suo posto se ne può inserire uno da 75 cm senza modifiche da effettuare. Questo è possibile perché lo scasso per inserire il piano è identico sia nel piano cottura da 60 cm che in quello da 75 cm, ma state attenti a controllare se ai lati avete abbastanza spazio disponibile per inserire quello da 75 cm.
Una considerazione importante infatti quando si posiziona qualsiasi apparecchio di cottura è la sua distanza laterale o posteriore dalla parete. Se infatti decidete di acquistare un piano cottura più largo rispetto al vecchio dovrete mettere in conto di sacrificare più spazio intorno disponibile per i normali movimenti delle pentole, considerato anche il numero possibilmente maggiore di bruciatori.

Se poi avete a disposizione 75 cm di scasso potrete inserire due piani da 30 cm così come in 90 cm potrete posizionarne tre. Tuttavia c’è da dire che alcuni prodotti hanno, per via delle loro caratteristiche, una lavorazione diversa, quindi potrebbe essere necessario fare qualche piccola limatura al top della cucina per far combaciare tutto perfettamente.

Se state posizionando poi il vostro piano di cottura in cima ad una unità che contiene già un altro apparecchio (come un forno), è necessario controllare due volte che questo si adatti confrontando l'altezza del piano di cottura con la quantità di spazio tra la superficie e l'apparecchio sottostante.


Ultimo aggiornamento: 22/11/2017 alle 13:56. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.