Vapore, va bene per tutti i pavimenti?

in PULITORE A VAPORE

La caratteristica principale del pulitore a vapore è la sua possibilità di igienizzare casa senza la necessità di usare detersivi. Eliminare certo sporco, tipo batteri, acari e sostanze dannose alla salute, non è semplice e con una sola passata di acqua e detersivo non eliminiamo granché. Soltanto con le alte temperature raggiunte dal vapore si possono eliminare le impurità e ottenere una pulizia senza eguali. La casa, infatti, dopo una profonda pulizia con il vapore, risulterà splendente e igienizzata per molto tempo.

Legno, verfica la tenuta del colore

Possiamo quindi pulire anche superfici particolari e tipi di pavimento diversi?
Di sicuro il vapore può essere utilizzato su tutti i pavimenti senza paura, ma tenendo sempre a mente che ogni superficie va trattata nel giusto modo, col giusto vapore e la giusta intensità.
Se, per esempio, si interviene con il vapore su pavimenti porosi, il nostro consiglio è quello di verificare prima di tutto in un angolo nascosto che questi non subiscano mutazioni di colore o rigonfiamenti. Nel caso di pavimenti in legno antichi o particolarmente delicati, il vapore potrebbe sciogliere laccature e cerature non fatte con i moderni metodi oppure se il legno non è idoneamente trattato il vapore penetra e viene assorbito. Per queste ragioni il vapore va passato ad una bassa intensità con dei panni molto morbidi, magari utilizzando quelli in microfibra che catturano molto efficacemente la polvere.
Lo stesso procedimento vale per il cotto, poroso e talmente delicato da macchiarsi facilmente. L’alternativa al vapore è un metodo naturale che prevede di lavare rapidamente il cotto con una miscela di acqua tiepida e aceto bianco e poi lucidarlo con olio di lino.

Grès, passa il vapore lentamente

Per pulire un altro materiale poroso come il grès in maniera efficace, il consiglio è di passare in maniera lenta il getto di vapore su tutta la superficie, facendo attenzione alle fughe, posto in cui lo sporco si annida di più. In alternativa potrete utilizzare anche una miscela composta da ¾ di acqua calda e ¼ di aceto bianco.
Veniamo poi ai pavimenti in linoleum che possono essere facilmente e naturalmente puliti con una miscela di acqua calda e aceto di mele. In questo caso la scopa a vapore va utilizzata con parsimonia o evitata del tutto se possibile, in quanto a lungo andare il vapore potrebbe sciogliere questo materiale ricavato da sostanze naturali.
Infine, c’è da aggiungere come il vapore sia indicato anche per il marmo. Dopo l’azione del vapore basta passare un panno asciutto per eliminare l’umidità e, dopo ciò, il pavimento può essere anche incerato applicando della cera sul panno e stendendolo con l’aiuto del vapore. Se preferite in alternativa un metodo naturale, disciogliete del sapone liquido ecologico o scaglie di sapone naturale e, dopo un primo lavaggio, risciacquate e servitevi di un panno pulito per asciugare.
Unico divieto è quello di intervenire su pavimenti datati e trattati a cera o smalto. Il vapore in questo caso tenderà a togliere la cera e a graffiare lo smalto sulle superfici.


Ultimo aggiornamento: 20/01/2017 alle 11:46. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.