Il purificatore è utile contro asma e allergie?

in PURIFICATORE D'ARIA

L’aria che respiriamo ogni giorno è carica di polvere, gas di scarico, fumo, batteri, virus e sostanze allergeniche. Inaliamo dai 6 ai 9 litri di aria al minuto e nel caso di soggetti allergici questi fattori posso scatenare reazioni fastidiose o addirittura gravi.
Tutti gli allergeni trasportati dall’aria sono sostanze non visibili ad occhio nudo, spesso posizionate sulla superficie dei granelli di polvere, per cui chi soffre di allergia ad acari e polvere, oltre ad attuare una profonda pulizia degli ambienti, probabilmente si affiderà anche all’azione di un depuratore di aria con elevate prestazioni in grado di contribuire notevolmente alla riduzione della esposizione ad allergeni e a sostanze irritanti.

Non blocca le spore degli acari

Gli apparecchi tradizionali infatti aspirano l'aria, la filtrano e la liberano insieme a elettroni capaci di «catturare» le particelle di polvere più grandi, sulle quali si trovano anche alcuni allergeni. Non bloccano però spore, pollini ed allergeni provenienti da acari o da peli di animali (cane e gatto) e alla fine l' aria rimessa in circolo risulta un po' più pulita, ma senza una valida riduzione di allergeni.
Questi infatti non si trovano sospesi in aria, ma adiacenti alle superfici. Gli acari per esempio vivono nei nostri materassi, nei cuscini e nei tappeti in cui trovano le condizioni ideali di temperatura e umidità per il loro sviluppo. Ma non sono loro la causa scatenante delle reazioni allergiche, bensì alcune particelle presenti nelle loro feci. Quando inaliamo o entriamo in contatto con queste particelle fecali, insorge un’ infiammazione con successiva comparsa dei sintomi (congiuntivite, asma, prurito e dermatite). Quando la ventola del purificatore mette in circolo queste particelle, altrimenti immobili sulle superfici, le disperde nell’ambiente in concentrazioni molto alte con un effetto controproducente sui soggetti allergici. Quindi un’allergia che prima si manifestava solo a stretto contatto col cuscino e col materasso, ora potrebbe manifestarsi ovunque all’interno della stanza anche perché la loro filtrazione può avvenire in tempi prolungati.

Aiuta chi è allergico ai pollini

Nel caso dei pollini invece, questi si trovano già in forma libera nell’aria e la loro eliminazione potrebbe risultare efficace tramite un purificatore di aria. La condizione affinché ciò avvenga nel modo migliore però sarebbe quella di mantenere porte e finestre costantemente chiuse e ciò può rivelarsi difficile da praticare, poco igienico e terreno fertile per gli acari.
Se avete deciso di acquistare un depuratore, la scelta i soggetti allergici ha comunque senso soltanto se l' apparecchio è dotato di filtro Hepa, possibilmente abbinato ad uno a carboni attivi e al classico ionizzatore. I modelli così strutturati, però, comportano costi sensibilmente maggiori: da 100 a 300 euro in relazione alla potenza. Anche in questo caso comunque occorre considerare nei costi la necessaria sostituzione periodica del filtro, con spesa da 15 a 30 euro l' uno.
Una volta acquistato il depuratore però associategli del buon senso. Iniziate a vietare il fumo in casa, a minimizzare le candele e i camini e a usare un ventilatore di scarico in cucina e bagno, insieme a frequenti pulizie con l’aspirapolvere.


Ultimo aggiornamento: 25/03/2017 alle 01:23. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.