Scegli bene il filtro del tuo purificatore!

in PURIFICATORE D'ARIA

Un depuratore d'aria è un dispositivo impiegato per rimuovere muffa, fumo di sigaretta, polvere, peli di animali domestici e altri inquinanti e allergeni dall'aria in ambienti interni. In linea di massima i purificatori si distinguono in tre categorie: modelli elettrostatici, con filtro o con generatore di ozono.

I primi hanno un costo relativamente basso, ma possono essere poco longevi, molto rumorosi e soprattutto produttori di ozono.  I modelli con filtro sono in grado di eliminare pollini, polvere e fumo grazie a una ventola che aspira l’aria e la filtra. La loro efficacia è variabile e i costi di acquisto di per sé elevati vanno addizionati a quelli per la sostituzione dei filtri stessi.
I modelli con generatore di ozono sono venduti invece per le loro presunte capacità antiallergeniche anche se è noto che l’ozono sia un gas altamente irritante e nocivo se supera il limite di 50 particelle per milione.
Nonostante i diversi modelli di purificatore d’aria, il loro funzionamento è pressoché simile. L’aria, in primo luogo, è convogliata all’interno del purificatore grazie ad una o più ventole che la dirigono verso i filtri; essi possono essere di diverso tipo e variano da un purificatore all’altro, in base al modello.

Filtro a carboni attivi

Il primo filtro che l’aria incontra è solitamente un pre-filtro o filtro meccanico preposto a bloccare le particelle più grossolane come i peli di animali, le particelle di polvere e le ragnatele.

Un filtro a carboni attivi è utile invece a filtrare gas e odori ed è ottenuto dal trattamento di carbone con ossigeno. Questo processo crea milioni di piccoli pori che assorbono gas e odori, imitando l’azione di una spugna. Per questa ragione è necessaria la sostituzione del filtro per mantenerne l'efficienza.

Filtro elettrostatico

Il filtro elettrostatico è dotato di una carica elettrica che attrae le particelle che riescono ad attraversare il pre-filtro, ma la sua efficienza decade progressivamente in base alla quantità di polvere che assorbe. Occorre, quindi, cambiarlo nei modi e nei tempi indicati sul libretto delle istruzioni.

Il filtro HEPA è il più popolare

Il filtro Hepa è il tipo più popolare e assorbe particelle piccolissime, comprese quelle che compongono lo smog. I purificatori migliori sono quelli dotati di filtro Hepa capace di catturare particelle di almeno 0,3 micron, quindi pollini, batteri e feci di acari.
Questi filtri non sono in grado però di rimuovere gas, odori o virus dall'aria, perché di dimensioni ancora inferiori. Spesso quindi si associa a questi, in un unico depuratore, un circuito ionizzante che rilascia ioni carichi elettricamente che si legano alle sostanze inquinanti come magneti. A seconda del dispositivo, questi ioni possono essere liquidi o gassosi. I primi semplicemente assorbono le sostanze inquinanti, mentre gli ioni gassosi rimuoveranno gli inquinanti portandoli verso una piastra caricata all'interno del purificatore per “smaltirli”. Non vi è alcun costo per la sostituzione del filtro perché in questo caso può essere pulito con acqua e sapone.
Vi è anche un altro processo associato al filtro HEPA che sfrutta gli ultravioletti per debellare eventuali virus o germi che non sono stati intrappolati dal filtro.


Ultimo aggiornamento: 27/06/2017 alle 22:30. Tutti i prezzi sono aggiornati quotidianamente.